Strategie della Briscola

Tra le principali strategie del gioco Briscola vi sono il conteggio delle carte e i segni. Dei segni parliamo nel prossimo paragrafo, mentre iniziamo con la strategia sicuramente sempre consentita, quale il conteggio delle carte. Non si tratta di una strategia proibita per due motivi: primo, non si può proibire di contare velocemente le carte in gioco (anche perché sono poche, soprattutto rispetto ad altri giochi con più mazzi); secondo, perché durante ogni partita i giocatori possono usare diverse strategie e quindi anche questa può essere controbattuta.

Per conteggio nelle carte a briscola si possono intendere diverse cose, come ad esempio il conteggio delle sole briscole, oppure dei soli “carichi” (le carte a più alto valore). Ancora, c’è chi conta davvero tutte le carte.

Attenzione, però, che nessuno vi aspetterà durante le operazioni di conteggio. Infatti, vi possono essere regole che dettano la durata massima di ogni lancio. Quindi, se dovete tenere a memoria, fate in fretta!

I segni nella Briscola, sono validi?

Se si gioca tra amici o in un torneo in cui si conviene sulla possibilità di usare i segni, questi si possono usare. In tutti gli altri casi, è vietato, o per lo meno non non consigliabile. Infatti, soprattutto in un torneo con regole briscola da rispettare si potrebbe essere squalificati.

Per chi non capisse di cosa stiamo parlando, i segni del gioco Briscola sono dei gesti in codice volti a far capire al proprio compagno di squadra (quando si gioca in coppia), quali carte si possiedono. Questo fattore consente ovviamente diversi vantaggi in quanto i giocatori in squadra possono ottimizzare l’utilizzo delle proprie carte al fine di vincere la mano.

Se vi piace il tema, potete cercare su youtube il video “briscola una gita scolastica” che riprende una scena del film “Una Gita Scolastica” di Pupi Avati in cui dei ragazzi in gita sfidano a briscola un signorotto e una suora, aiutandosi con dei segni e facendo indiavolare il giocatore più adulto.